L’ intento è quello di creare una piccola nicchia di discussione. Non deve essere il solito blog autoreferenziale, mi piacerebbe discutere con chi è interessato, proprio come si fa in un salotto.

E com’è questo salotto?

Sicuramente brutto, è arredato in modo povero e arrabattato. Sul fondo del salotto trovate un vecchio divano, dove stringendosi un pò ci si entra in quattro, un paio di vecchie sedie rotte davanti ad esso svolgono la funzione di poggia-piedi. In giro per la stanza ci sono altre sedie in caso ricevessi tante visite. La maggior parte sono sedie da giardino o robaccia pieghevole dell’ Ikea.

Di fianco al divano c’è un piccolo frigorifero, ad aprirlo viene un pò lo sconforto: è quasi completamente vuoto, e personalmente i frgoriferi vuoti mi mettono tristezza. Ma c’è un motivo per cui sta li a succhiare energia elettrica: chiunque è invitato nel mio salotto sa che deve portare da bere, e pian piano il frigo si riempirà. Intanto ci ho messo giusto qualche birretta del discount tanto per essere ospitale.

Dalla parte opposta del divano, di fianco alla porta, c’è una piccola scrivania traballante, dove è montato un pc con pezzi di scarto, sta li giusto per navigare in internet, e per sentire gli mp3. Sono troppo disordinato per tenere dei cd. Però almeno le casse collegate al computer sembrano di una qualità decente.

Niente tv che tanto non serve a nulla. C’è invece una piccola biblioteca sulla terza parete, se così vogliamo chiamarla: un pò di scaffali con dei libri sopra. Certo non è molto fornita ma mica è una sala di lettura questa.

Sull’ ultima parete invece c’è una porta finestra che da su un piccolo terrazzino, dove si dovrebbe andare a fumare, per non intossicare i non fumatori, ma di solito sono troppo pigro per andarci, a meno che l’aria non sia completamente satura. La vista è orrenda dato che la finestra da sul cortile interno del palazzo, perciò oltre che per fumare, il terrazzino serve a ben poco; di certo non sono uno che si mette a coltivare fiori, ovviamente se a qualcuno andasse, è libero di farlo, ma poi li annaffiate voi.

Beh certo, come dicevo non è il massimo dell’ accoglienza, ma in fondo che vi aspettavate? Su mettetevi seduti che vi stappo una birra. Ah, dimenticavo: il posto a destra del divano ha una molla rotta, lasciatelo a qualcuno che vi sta antipatico…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: